Olio Model One, un nuovo elegante smartwatch da 595$

Standard

Il mercato degli smartwatch 猫 sempre pi霉 affollato, come era facile immaginare otre ai grandi produttori mobile si sono uniti alla partita anche gli storici marchi del settore e tante startup emergenti. Curioso notare che molti prediligono puntare direttamente alla fascia alta con device di lusso e non certo dedicati alla massa, d’altronde non tutti desiderano spendere centinaia o migliaia di euro/dollari per un accessorio da polso.

Tra le nuove soluzioni ecco Olio Model One, smartwatch compatibile con Android e iOS che punta sulla qualit脿 costruttiva del quadrante in acciaio inossidabile 316L e sull’interfaccia personalizzata. Il CEO della Olio Device, Steve Jacobs, ha un passato come product designer in case del calibro di Apple, HP, Beats, Google e Amazon, l’esperienza quindi non manca e il Model One sembra avere la classe necessaria per competere con tutti.

Il vetro pare sia stato realizzato con i pi霉 alti standard del settore per garantire una superficie antigraffio e antiurto, Olio lo chiama ‘Guilloch茅 textured high-impact Ion-Exchange glass crystal’. Per il pairing abbiamo un modulo dual-mode Bluetooth 4.0 LE, sconosciuto invece il resto della configurazione hardware: non sappiamo quale sia il chip usato e tantomeno il tipo di display. Ma dai primi hands-on possiamo constatare dei buoni contrasti e la scelta di un piccolo pannello retroilluminato tondo ma troncato nella parte superiore.

Interessante l’implementazione dell’Olio Assist, un vero e proprio assistente digitale cloud-based che personalizza l’esperienza d’uso in base alle nostre preferenze, interpretando il contesto e interfacciandosi con le nostre notifiche provenienti dallo smartphone.

Nessun ePaper, l’autonomia dichiarata 猫 infatti di due giorni ma spegnendo il Bluetooth 猫 possibile andare anche oltre. Sar脿 disponibile in estate in due versioni, una silver da 595 dollari ed una black PVD-coated da 745 dollari, entrambe gi脿 preordinabili sul sito ufficiale.

Denon annuncia le cuffie Bluetooth 4.0 AH-GC20 con cancellazione del rumore

Standard

Denon ha annunciato l’uscita delle cuffie AH-GC20 Globe Cruiser Wireless Headphones. Come suggerisce il nome stesso, si tratta di un modello dotato di connettivit脿 wireless, nello specifico Bluetooth 4.0 Dual Mode, con possibilit脿 di connettersi a due dispositivi simultaneamente. Le cuffie sono del tipo over-the-ear (sovraurali), con scocca dotata di componenti in metallo.

Le AH-GC20 saranno dotate di cancellazione del rumore, e potranno anche funzionare con un cavo, per collegarsi a sorgenti non provviste di Bluetooth. I trasduttori utilizzati hanno un diametro di 40mm, e sono inseriti all’interno di padiglioni auricolari circolari. Denon promette una sonorit脿 bilanciata e naturale, senza enfasi su alcune frequenze.

La tecnologia Clear Voice Capture applica una soppressione del rumore, un’equalizzazione “adattiva” un controllo automatico del guadagno, una cancellazione dell’eco e del rumore del vento, con regolazioni in funzione del volume impostato. Sono incluse anche comunicazioni vocali, tramite le quali vengono fornite informazioni sullo status e sulla carica della batteria, che 猫 accreditata di circa 20 ore di funzionamento.

Il prezzo di listino sar脿 fissato a 399 dollari.

Amazon Fire TV Stick in Europa a 39鈧

Standard

Dal 15 aprile 2015 sar脿 possibile acquistare Fire TV Stick anche in Germania e Regno Unito. La chiavetta Amazon 猫 gi脿 in prevendita per 39 euro (Germania) o 35 sterline (UK) in un pacchetto promozionale che prevede 7 euro/sterline di contenuti Prime in omaggio.

Non 猫 l’unica novit脿. Questa mattina, Amazon ha comunicato che un prossimo aggiornamento firmware a Fire TV e Fire TV Stick migliorer脿 la flessibilit脿 e la completezza dei dispositivi introducendo diverse funzionalit脿. Trovate la lista completa nel comunicato stampa Amazon. Tra le pi霉 importanti, avremo il supporto a:

USB storage, ovvero il poter collegare un disco esterno ed usarlo come espansione della memoria interna;
cuffie e auricolari Bluetooth;
autenticazione WiFi in quei contesti gestiti attraverso Captive Portal.

Quest’ultima funzione sar脿 utile in hotel, alberghi, aeroporti, in quei setup di rete che permettono l’accesso alle risorse solo dopo l’inserimento di user e password via browser. In questo modo sar脿 possibile collegare una Fire TV Stick alla TV dell’albergo ed usare la linea WiFi locale per godersi film, audio o quel che si preferisce.

Non 猫 una rivoluzione, ma sar脿 utilissimo anche USB storage, visti i soli 8 GB a disposizione su Fire TV e Fire TV Stick per giochi e app. Il nuovo firmware render脿 superfluo (almeno per alcuni) ricorrere alle procedure per l’hacking dei dispositivi, come l’ottenere accesso root o il cambiare ROM.

TAG Heuer Smartwatch Is the Talk of Baselworld

Standard

No one knows what it will look like. No one knows what it will cost. But the forthcoming 鈥 and thus far nameless 鈥 smartwatch announced by TAG Heuer, Google and Intel on Thursday became the watch to watch at the giant Baselworld watch fair.

The smartwatch is the most dramatic counterstrike yet by Swiss watchmakers against the potentially seismic entry into the field by the Apple Watch, which goes on sale next month.

The timing was also dramatic: on the second day of Baselworld, a convention where centuries-old Swiss houses still unveil limited-edition artworks for the wrist that can cost more than $200,000.

After the announcement, however, Jean-Claude Biver, chief executive of TAG Heuer, said that the smartwatch is in keeping with an industry built on intricate mechanical timepieces. (After all, the pedigreed Swiss watchmaker has always positioned itself as forward-thinking; TAG stands for 鈥淭echniques d鈥橝vant Garde.鈥)

鈥淚t鈥檚 like haute couture and pr锚t-脿-porter, or it is like buying a Smart car from Mercedes, or a 600S,鈥 Mr. Biver said in an interview. 鈥淭he Smart car is certainly not any competition to the Mercedes 600S limousine. It鈥檚 complementary. The two can work together. You can own both.鈥

The idea is not to market the TAG Heuer smartwatch over, say, a roughly $5,000 TAG Heuer Carrera chronograph with a Calibre 1887 mechanical movement. Rather, it鈥檚 a way to get new consumers (read: younger) excited to dress up their wrists. 鈥淚f young people get used to wearing a watch, it鈥檚 very easy to sell them,鈥 Mr. Biver said. 鈥淚t鈥檚 a gateway.鈥

The voluble chief executive also waved off the idea that the smartwatch was intended as an answer to the Apple Watch. 鈥淣ever look at others, look at your customer,鈥 he said.

Even so, it was clear at Baselworld that the industry is gearing up to meet the latest challenge by Apple.

For example, Breitling, the aviation-oriented Swiss luxury maker founded in 1884, has been showing off a prototype called B55 Connected, which connects to an iPhone via Bluetooth and offers familiar smartwatch functions, like a lap timer, in addition to apps specific to pilots, like an electronic tachometer and flight-time tracker.

Movado recently hired a general manager of wearable technology to explore potential designs, said Mary Leach, chief marketing officer of the Movado Group.

LG G Flex 2 ufficialmente disponibile in Italia a 699 euro

Standard

Dopo la presentazione al CES 2015 di Las Vegas, la nostra video anteprima dal MWC 2015 di Barcellona ed una serie di interminabili rumors ed indiscrezioni circa il prezzo di vendita, ecco finalmente che LG G Flex 2 arriva ufficialmente nel territorio italiano ad un prezzo di 699,99 euro. Ricordiamo che le differenze con la prima generazione sono tante, sia dal punto di vista hardware che dal punto di vista della costruzione (basti pensare per esempio alla cover auto riparante presente in questa seconda generazione).
Uno dei primi store ad inserire LG G Flex 2 nel proprio catalogo e renderlo disponibile immediatamente 猫 Media World. L鈥檌mmagine che vedete in apertura 猫 uno screenshot preso dalla pagina dedicata ad LG G Flex 2.
Analizzando il prezzo di vendita, dobbiamo dire che stavolta LG ha fatto una scelta molto pi霉 oculata. Se ricordate bene, la prima generazione di LG G Flex era stata proposta inizialmente ad un costo di 899 euro. Le vendite erano cominciate a decollare solo dopo qualche mese, quando si riusciva a trovare lo smartphone con uno street price di poco superiore ai 450 euro (c鈥櫭 stato un momento che ha toccato addirittura i 299 euro).
Allineando il prezzo con quello degli altri top di gamma, LG si 猫 assicurata una posizione molte forte nella concorrenza di questo inizio di 2015. Anzi, offre il proprio top di gamma a meno di iPhone 6 e Samsung Galaxy S6.
Qui di seguito potete trovare il link per lo store di Media World.

Emergono nuovi dettagli su Orbis, lo smartwatch circolare di Samsung

Standard

Nonostante fosse atteso nel corso dell’ultimo MWC 2015, il primo smartwatch circolare di Samsung, Orbis, non si 猫 mostrato al pubblico durante la kermesse spagnola, rimandando quindi la sua presentazione pi霉 avanti nel corso dell’anno, probabilmente in autunno. Il motivo di questa scelta 猫 stato spiegato da Young-hee Lee, VP della sezione Mobile Marketing di Samsung, il quale ha evidenziato come la societ脿 abbia deciso di bloccare temporaneamente la tradizione che la vedeva presentare un nuovo modello di smartwatch ogni anno, assieme al suo top di gamma del momento. In questo modo, spiega Young-hee, Samsung si pu貌 prendere tutto il tempo necessario allo sviluppo di un prodotto pi霉 raffinato e completo.

脠 questo il caso di Orbis, il quale continua a non mostrarsi se non tramite immagini provenienti dagli allegati relativi ai suoi brevetti, le quali ci offrono qualche curiosit脿 in pi霉 riguardo le sue funzionalit脿. Come abbiamo gi脿 visto in passato, Orbis dovrebbe utilizzare una particolare ghiera rotante in grado di permettere interazioni avanzate con il dispositivo. Oltre a ci貌, il dispositivo includer脿 dei sistemi di riconoscimento di oggetti e immagini e sar脿 integrato con Samsung Pay, in modo da poter utilizzare lo smartwatch per effettuare comodamente tutti i pagamenti direttamente dal polso. Non manca anche una ricca dote di gestures, rese possibili dalla fotocamera integrata in Orbis.

Non ci resta quindi che aspettare l’arrivo del prossimo evento ufficiale Samsung per poter scoprire il design definitivo e le reali funzionalit脿 di Orbis.

Lo smartwatch di Oppo punta tutto sull’autonomia

Standard

Al WMC 2015 di Barcellona – appena concluso – non sono stati presentati molti diversi modelli di smartwatch. Ci貌 nonostante, possiamo dire – senza il timore di essere smentiti – che intorno a questo tipo di apparecchio si sta concentrando gran parte dell’attenzione dell’industria high-tech. Al momento i pi霉 i modelli pi霉 interessanti sono stati presentati (o annunciati) da LG, Samsung, Motorola, Apple, Asus e Huawei, ma sono davvero tanti i produttori che hanno in canna una cartuccia di questo tipo da sparare.Tra questi da oggi possiamo annoverare anche Oppo, l’azienda cinese che ha prodotto i fortunati smartphone Find 5, Find 7, N1, N3 ed R5.

Ieri (9 marzo) su Twitter 猫 apparso un tweet dell’utente Leaksfly che contiene due immagini che ritraggono quello che dovrebbe essere il prototipo del primo smartwatch Oppo. Come potete vedere si tratta un orologio dal design classico, con schermo circolare, che ricorda un po’ l’LG Watch Urbane. Dell’apparecchio per il momento non si sa molto, ad esempio non 猫 chiaro se funzioner脿 grazie ad Android Wear o se invece user脿 un sistema operativo diverso – magari proprietario.

Ci貌 che lo rende molto interessante per貌 猫 l’autonomia. A quanto pare Oppo ha intenzione di puntare tutto sulla capacit脿 del device di ricaricarsi in breve tempo. Grazie alla sua stazione di ricarica VOOC, infatti, questo smartphone sar脿 in grado di caricare la sua batteria molto velocemente. Stando alla fonte che ha riportato questo “leak”, in soli 5 minuti si potr脿 ricaricare la batteria del device per una quantit脿 di energia tale da alimentarlo per un giorno intero. Non 猫 chiaro, per貌, se questo significa che in pochi minuti si potr脿 ricaricare il 100 per cento della batteria. Altamente improbabile, e non confermato. VOOC – lo ricordiamo – 猫 il brand che Oppo utilizza per la sua linea di caricatori ad alta potenza.

Nel momento in cui scriviamo non sono disponibili altre informazioni su questo smartwatch. Non sappiamo quale sar脿 il suo prezzo, n茅 in quali mercati verr脿 venduto. Zero informazioni anche su disponibilit脿 e colori dei cinturini, dotazione hardware, eventuali funzioni fitness o di monitoraggio dei bioritmi, compatibilit脿 con i vari OS mobili. Ma vi terremo ovviamente aggiornati.

Nova Launcher abbraccia completamente il Material Design: tante novit脿 nell’ultima beta

Standard

Nuovo aggiornamento davvero importante, forse il pi霉 importante di sempre, per Nova Launcher che con l’ultima beta ha abbracciato in modo davvero completo il Material Design. Non parliamo solo di animazioni e funzionalit脿 ma di un vero e proprio design rinnovato per tutta l’applicazione, impostazioni, funzionalit脿 e opzioni.

Tutto adesso 猫 in stile Lollipop con selettori, opzioni e menu completamente integrati con la grafica di sistema. Sebbene le opzioni generali non cambino, sar脿 necessario un po’ di adattamento per ritrovare magari funzionalit脿 che eravamo a vedere in modo diverso.

Essendo un aggiornamento beta ancora non 猫 possibile scaricarlo dal Play Store per tutti ma se siete beta tester dovreste ricevere l,’update OTA.

Apple Watch, la durata della batteria sarebbe stata migliorata

Standard

Apple Watch sar脿 al cento dell鈥檈vento mediatico che Apple terr脿 Luned矛 alle 18:00, ora italiana, allo Yerba Buena Center for the Arts Theater di San Francisco. Di Apple Watch sappiamo gi脿 molto ma restano da scoprire ancora importanti dettagli prima dell鈥檃rrivo negli Apple Store. In particolare si attendono informazioni in merito alle sue complete funzionalit脿, caratteristiche (impermeabile?), prezzi, disponibilit脿 e durata della batteria.

L鈥檃utonomia 猫 importante negli smartphone ma fondamentale nei wearable. Apple ha confermato, in fase di lancio, che il suo Apple Watch andr脿 ricaricato ogni sera. Tuttavia, chi ha avuto modo di provare il nuovo device, ha affermato che la durata della batteria sarebbe stata migliorata. L鈥檕biettivo iniziale sarebbe stato dalle 2.5 alle 4 ore di utilizzo pesante di applicazioni ma l鈥檃ttuale traguardo raggiunto sarebbe di 5 ore. Per quanto riguarda l鈥檜tilizzo 鈥渓ight鈥 di app, anche con notifiche e glance, dalle 19 ore iniziali si sarebbero raggiunte le 24 ore.

Stando a quanto riportato dal NYT, inoltre, ci sarebbe anche una modalit脿 “Power Reserve Mode” in grado di aumentare la durata della batteria abbassando la luminosit脿 ed attivando una richiesta 鈥渙n demand鈥 per quanto riguarda la connessione con l鈥檌Phone. Questa modalit脿 dovrebbe essere attivabile in qualsiasi momento, anche con batteria al 100%.

Preoccupazioni relative all鈥檃utonomia non solo lato Watch ma anche lato telefono, tuttavia, l鈥檜tilizzo dell鈥檕rologio intelligente sembrerebbe che non vada ad influire in modo 鈥渟ignificativo鈥 sulla batteria dell鈥檌Phone connesso.

Swatch prepara uno smartwatch e sfida Apple

Standard

Swatch ha annunciato il lancio di uno smartwatch entro i prossimi tre mesi, giusto in tempo per fare concorrenza all鈥橝pple Watch, che arriver脿 sul mercato nel mese di aprile. L鈥檃zienda svizzera possiede tutte le competenze necessarie per avere successo anche nel settore degli smartwatch, dato che progetta orologi da oltre 30 anni. Nick Hayek, CEO di Swatch, ha infatti rilasciato una dichiarazione sorprendente:

Lo smartwatch si connetter脿 ad Internet e non avr脿 bisogno di essere ricaricato.

Circa due anni fa, Hayek aveva espresso i suoi dubbi sul successo degli smartwatch, considerati troppo piccoli e con un鈥檃utonomia molto ridotta. Apple non aveva ancora presentato il suo orologio digitale, ma il dirigente dell鈥檃zienda svizzera aveva gi脿 ipotizzato che non avr脿 successo. Ora Hayek sembra aver cambiato idea, anche grazie alle numerose tecnologie brevettate nel 2014, una delle quali permetterebbe di raddoppiare l鈥檃utonomia della batteria.

Un portavoce ha confermato quanto dichiarato dal CEO. Lo smartwatch di Swatch non richieder脿 una ricarica, offrir脿 funzioni di comunicazione, applicazioni compatibili con Windows e Android, e consentir脿 agli utenti di utilizzare un sistema di pagamento mobile, inizialmente solo nei grandi store svizzeri, come Migros e Coop. Curiosamente, le app non funzioneranno su iOS. Lo scontro con Apple 猫 quindi gi脿 iniziato.

Lo scorso anno, Swatch aveva chiesto il rigetto del marchio iWatch, in quanto troppo simile al brand iSwatch. Pochi mesi dopo aveva negato l鈥檈sistenza di una collaborazione con Apple, ipotizzata da un sito web.